Resistenza antieffrazioni - Efficienza di livello superiore!

Porte di sicurezza HUBER certificate per le classi di resistenza RC3 e RC4
Coperture antieffrazione per pozzetti come da DIN EN 1627

Vai sul sicuro!

La necessità di sicurezza è fortemente cresciuta, specialmente negli ultimi tempi.  Questo aumento può essere riscontrato in quasi tutte le situazioni della vita quotidiana e risulta ancora più evidente laddove numerose persone possono essere colpite più facilmente.  Un esempio semplice è costituito dall'approvvigionamento di acqua potabile. Le strutture in questo ambito sensibile sono molto spesso in condizioni inadeguate. Per identificare potenziali punti deboli, le autorità hanno recentemente simulato tentativi di effrazione sulle istituzioni pubbliche, tra le quali le strutture per l'approvvigionamento di acqua potabile. Questa campagna ha portato ad un aumento significativo delle richieste di prodotti antieffrazione per il miglioramento della sicurezza.

Esistono, tuttavia, una varietà di altre strutture in aree sensibili che possiedono aperture di ispezione e accessi che richiedono allo stesso modo una protezione speciale contro l'accesso non autorizzato.

La norma DIN EN 1627 definisce le classi di resistenza, i tempi di resistenza (durata per la quale il prodotto resiste a un tentativo di effrazione), la tipologia di criminale e il cosiddetto "Modus operandi", ossia il tipo e la modalità di azione di un criminale. Secondo la DIN EN 1627, la resistenza alle effrazioni si suddivide in sei diverse classi, dove RC 6 rappresenta quella maggiore (RC = Resistance Class dall'inglese). La scelta della classe di resistenza da adottare deve avvenire in funzione della situazione di pericolo individuale (rischio), ad esempio in base alla posizione del fabbricato e alla visibilità della struttura. Gli organi consultivi degli uffici statali di investigazione criminale raccomandano ad esempio la classe di resistenza RC3 per le porte d'ingresso agli impianti di approvvigionamento idrico con sistema di allarme anti-intrusione. Se non è presente un sistema antifurto, si consiglia di utilizzare porte di sicurezza che offrono una classe di resistenza RC4. Le porte di sicurezza certificate per la classe di resistenza RC3 e RC4 rientrano già da molti decenni all'interno della gamma di prodotti dell'azienda HUBER.

Per aumentare il fattore di sicurezza delle coperture per pozzetti, sono ad oggi presenti nel nostro assortimento anche coperture antieffrazione con classe di resistenza RC3, secondo la norma DIN EN 1627. Il concetto di "antieffrazione" è chiaramente definito anche per i chiusini e presenta valori analoghi conformemente alle ultime definizioni di sicurezza. Alcuni dettagli sono stati ottimizzati in seguito a test di sicurezza. La serratura ad esempio è ora un sistema di blocco con protezione anti-perforazione.  Anche i chiusini possono essere dotati di un contatto magnetico open/shut come indicatore dello stato "apertura – chiusura". Grazie alla nostra esperienza pluriennale nella produzione di coperture per pozzetti di qualsiasi genere, ci siamo concentrati sul raggiungimento della massima resistenza contro l'intrusione durante lo sviluppo e la realizzazione di chiusini antieffrazione. Cerca di trovare i punti deboli del tuo impianto prima che lo facciano altri -  contattaci!

Oltre alla protezione sicura contro le effrazioni, anche i fattori di efficienza economica, affidabilità operativa, facilità di utilizzo e compatibilità con gli impianti esistenti rappresentano importanti caratteristiche di qualità. Il concetto di "Acciaio inossidabile" implica di per sé un alto livello di resistenza. La perfetta resistenza dei prodotti in acciaio inossidabile è tuttavia raggiungibile solo con una lavorazione professionale e un post-trattamento ottimale. Da oltre 45 anni produciamo quasi esclusivamente prodotti in acciaio inossidabile e ne siamo pertanto fornitori di fiducia! Il risultato di questo impegno pluriennale è rappresentato da una produzione orientata in toto sull'acciaio inossidabile e comprende un bagno integrale di decapaggio del materiale per la formazione di uno strato passivo, che è il requisito per la buona resistenza negli anni alla corrosione dell'acciaio inossidabile.

Agisci ora!

  • Spesso i pozzetti posizionati in passato sono particolarmente a rischio di manipolazione
  • Oltre a una produzione accurata e a una struttura comprovata, l'acciaio inossidabile garantisce un'elevata resistenza meccanica.
  • Le attrezzature robuste dissuadono dai tentativi di intrusione e resistono a lungo!
https://www.huber.de//it/huber-report/ablage-berichte/edelstahlausruestungsteile/manhole-equipment/resistenza-antieffrazioni-efficienza-di-livello-superiore.html